Archivio ‘Senza categoria’

IL SABATO DEL VILLAGGIO

Taverna (Catanzaro), dal 28 luglio al 25 agosto

(leggi…)


SAN GIOVANNI IN FIORE: SOLIDARIETA’ NON SOLO FORMALE AL SINDACO ANTONIO BARILE

Sbullonate ruote all’auto guidata dalla moglie con una bambina a bordo. Una tragedia evitata per caso.

(leggi…)


IL PAPA A LAMEZIA TERME: LA TESTIMONIANZA DI DON GIACOMO PANIZZA

“Progetto Sud” l’abbiamo realizzato con tanti calabresi onesti (leggi…)


LA PROFESSIONE MEDICA A TUTELA DELLA LEGALITA’. REPORT DI WALTER GATTI DA PALERMO SUL PORTALE WWW.FNOMCEO.IT

Venerdì 8 luglio 2011 la Fnomceo ha segnato una tappa. Il percorso continuerà. (leggi…)


LANUVIO: GIOV 22 ORE 17,30 COCAINA CONNECTION

Lumia, Rugghia, D’Annibale, Leoni e DCSA

 

Il senatore Giuseppe Lumia, della Commissione Parlamentare Antimafia, domani, giovedì 22 gennaio ore 17,30 sarà a Lanuvio al Centro Anziani, a un’iniziativa dell’Associazione ‘Progetto Società’ sul tema “Sicurezza e criminalità”, durante la quale sarà presentata la II edizione del libro “Cocaina connection. L’impero della ‘ndrangheta: il traffico mondiale di stupefacenti” (edizioni Ponte Sisto) di Orfeo Notaristefano.

Oltre all’autore, interverranno l’on. Antonio Rugghia; Umberto Leoni, sindaco di Lanuvio; Tonino D’Annibale, Vice-Presidente di ‘Progetto società’. Illustreranno i dati aggiornati sui fenomeni connessi alle droghe Mauro Scenna e Sergio Centanni della Direzione Centrale dei Servizi Antidroga (DCSA) del Ministero dell’Interno. ‘Progetto Società’ ha mobilitato gli altri paesi dei Castelli Romani.

“L’area dei Castelli Romani confina con la periferia Sud della Capitale, nonché con le province di Frosinone e Latina, dove, proprio nel Sud del Lazio si sono verificate presenze inquietanti di esponenti della camorra, della ‘ndrangheta e della mafia siciliana. Gli arresti di oggi ad opera dei ROS -spiega l’autore del libro- dimostrano quanto siano radicate le mafie in alcuni territori del Lazio e a Roma in particolare, perché le mafie vanno dove ci sono i soldi, vanno per fare affari. La situazione del Lazio non è paragonabile alla Calabria, alla Campania o alla Sicilia, ma le infiltrazioni e i radicamenti mafiosi vanno contrastati da subito, prima che si estendano alle attività apparentemente legali. In tal senso, l’iniziativa di Lanuvio è utile proprio per tenere alta l’attenzione in un territorio prezioso per l’intera regione, dove la presenza attiva delle Istituzioni e dei cittadini faccia da barriera ai tentativi di condizionamento della criminalità organizzata”.


BUON NATALE

Buon Natale

NATALE: ‘VERSO SUD’, GLI AUGURI DELL’ANTIMAFIA
Nel 2009 rafforzare impegno e scongiurare che sparisca ‘la Voce di Fiore’

“Ci sono tutte le condizioni perché il 2009 sia un anno di svolta nella lotta alle mafie. Nel 2009 si avvierà il lavoro della nuova Commissione Parlamentare Antimafia, che ha davanti quattro anni per svolgere le sue funzioni istituzionali di indagine, ma soprattutto per marcare una sua presenza concreta e ‘visibile’ nei territori maggiormente condizionati da ‘ndrangheta, mafie siciliane, camorra e sacra corona unita. Questo è il nostro augurio per Natale”.
Lo afferma il portavoce dell’Associazione culturale antimafia ‘Verso Sud’ Orfeo Notaristefano, che così prosegue: “La presenza della Commissione in Calabria, Sicilia, Campania e Puglia dovrà significare la presenza dello Stato come contraltare alla presenza asfissiante delle mafie. Tuttavia, occorre una maggiore consapevolezza del fenomeno migratorio delle mafie dalle regioni del Sud verso Roma, Milano, l’Europa. Le mafie sono radicate al Sud ma vanno dove possono fare affari e finanza, vanno dove ci sono i soldi per fare sempre più soldi. Praticamente sono tra noi. Non mancherà nel 2009 l’impegno e l’attività del vasto fronte dell’antimafia culturale e sociale, un impegno che è per l’affermazione della legalità. Questo è il nostro modo di fare gli auguri di Natale, estesi a tutta le rete dell’antimafia, ma rivolgendo un pensiero particolare a qualche pezzo di antimafia che rischia di scomparire per mancanza di sostegno, non solo finanziario, ma della società calabrese. In questo Natale, ‘Verso Sud’ rivolge un nuovo appello a tutti per scongiurare la chiusura dell’attività dei ragazzi della ‘Voce di Fiore’, di San Giovanni in Fiore, in provincia di Cosenza. Sarebbe l’ennesimo paradosso all’italiana: rischia di sparire proprio l’attività di Emiliano Morrone e Francesco Saverio Alessio, gli autori de “La società sparente”, sulla Calabria onesta e operosa che rischia di essere cancellata dalle troppe collusioni tra ‘ndrangheta e pezzi di politica, di partiti e dello Stato”. Notaristefano ricorda che “scongiurare questo pericolo è un nostro impegno prioritario” ed è nello spirito degli auguri di Giuseppe Lumia, che condividiamo: “Una speranza da coltivare e costruire nelle scelte della vita quotidiana e nei grandi eventi che squarciano la storia e l’orientano verso cieli e terre nuove”.


MESSINA. CRISI DELLA GIUSTIZIA, LUMIA FA NOMI E COGNOMI

E non risparmia nemmeno il Rettore Tomasello. Dall’incontro dell’Associazione Vittime di Mafia, un appello univoco: il grido di Parmaliana non resti inascoltato (leggi…)


‘NDRANGHETA: ARRESTATO LATITANTE AD APRILIA

Collegato a ‘ndrine Pelle-Vottari di San Luca, implicate strage Duisburg (leggi…)


Bibliografia

Libri consigliati, aggiornamento in progress (leggi…)