Archivio per Novembre, 2008

CAFE’ DE PARIS, DOLCE VITA E ‘NDRANGHETA AMARA

A Roma sono arrivati ovunque, anche nel locale di Via Veneto, amato da Fellini. La replica di Todini.

(leggi…)


‘NDRANGHETA: PRESO GIUSEPPE NIRTA (STRAGE DUISBURG)

Angela Napoli (PdL): fattiva collaborazione forze investigative europee (leggi…)


CURZI: LIBERARSI DAL PENSIERO UNICO

Il primo editoriale da direttore di Liberazione, 10 anni fa (leggi…)


CROTONE: VIAGGIO NELLE PERIFERIE SCARICATE

Rilanciamo un’inchiesta sconvolgente di Biagio Simonetta. Bambini falcidiati dai tumori (leggi…)


LA COCAINA PER L’EUROPA OGGI PASSA DALL’AFRICA

Governi impreparati, deboli e vaste complicità politiche fanno prosperare il traffico. L’allarme delle Nazioni Unite. (leggi…)


ANTIMAFIA: PISANU ELETTO PRESIDENTE COMMISSIONE

Lumia: “L’Italia deve avere la forza e l’energia per sfidare le mafie”

Roma, 11 nov. (Adnkronos) - Il senatore del Pdl Giuseppe Pisanu
e’ il nuovo presidente della commissione parlamentare Antimafia. Nella
sede di palazzo San Macuto, l’ex ministro dell’Interno ha ottenuto 32
voti favorevoli mentre 18 sono state le schede bianche. (Bon/Opr/Adnkronos)
11-NOV-08 15:48
ANTIMAFIA: PISANU ELETTO PRESIDENTE COMMISSIONE (2) =

(Adnkronos) - Tutti e 50 i parlamentari di maggioranza e di
opposizione che compongono la nuova commissione parlamentare Antimafia
hanno partecipato al voto. Di essi, 10 sono deputati e senatori gia’
eletti nella passata legislatura ed ex membri della commissione,
mentre 40 sono i nuovi parlamentari fra i componenti.

“Le mafie sono potenti, hanno una forza economica che non ha
eguali in nessun altro Paese del mondo -sottolinea l’ex vicepresidente
della commissione Antimafia Giuseppe Lumia- l’Italia deve avere la
forza e l’energia per sfidare le mafie nel loro rapporto con
l’economia, utilizzando le risorse che si sono attivate con l’azione
antiracket. Soprattutto -aggiunge l’esponente del Partito democratico-
si deve affrontare come non mai, con coraggio e con liberta’ e
autonomia, il rapporto fra mafia e politica. Abbiamo bisogno di una
commissione Antimafia che sia in grado di fare quello che nella storia
del nostro Paese non si e’ mai fatto fino in fondo”.

(Bon/Ct/Adnkronos)
11-NOV-08 16:01

Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere
(Legge 4 agosto 2008, n. 132, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 192 del 18 agosto 2008)

Presidente
PISANU Beppe, PdL, Senatore

Vicepresidenti
DE SENA Luigi, PD, Senatore
GRANATA Benedetto Fabio, PdL, Deputato

Segretari
VALLARDI Gianpaolo, LNP, Senatore
GENOVESE Francantonio, PD, Deputato

Senatori
ARMATO Teresa, PD
CAROFIGLIO Gianrico, PD
CARUSO Antonino, PdL
COSTA Rosario Giorgio, PdL
D’ALIA Gianpiero, UDC-SVP-Aut
DELLA MONICA Silvia, PD
FASANO Vincenzo, PdL
GARRAFFA Costantino, PD
GENTILE Antonio, PdL
LATRONICO Cosimo, PdL
LAURO Raffaele, PdL
LEDDI Maria, PD
LI GOTTI Luigi, IdV
LUMIA Giuseppe, PD
MARAVENTANO Angela, LNP
MARITATI Alberto, PD
MUSSO Enrico, PdL
SALTAMARTINI Filippo, PdL
SARRO Carlo, PdL
SERRA Achille, PD
VALLI Armando, LNP
VIZZINI Carlo, PdL

Deputati
BELCASTRO Elio Vittorio, Misto, MpA
BORDO Michele, PD
BOSSA Luisa, PD
BUONANNO Gianluca, LNP
BURTONE Giovanni Mario Salvino, PD
DI PIETRO Antonio, IdV
D’IPPOLITO Ida, PdL
GARAVINI Laura, PD
LABOCCETTA Amedeo, PdL
LARATTA Francesco, PD
LAZZARI Luigi, PdL
LUSSANA Carolina, LNP
MARCHI Maino, PD
MARINELLO Giuseppe Francesco Maria, PdL
NAPOLI Angela, PdL
ORLANDO Andrea, PD
PAPA Alfonso, PdL
PICCOLO Salvatore, PD
SISTO Francesco Paolo, PdL
STAGNO D’ALCONTRES Francesco, PdL
TAGLIALATELA Marcello, PdL
TASSONE Mario, UdC
TORRISI Salvatore, PdL  


MESSINA. CRISI DELLA GIUSTIZIA, LUMIA FA NOMI E COGNOMI

E non risparmia nemmeno il Rettore Tomasello. Appello: il grido di Parmaliana non resti inascoltato (leggi…)


MESSINA. CRISI DELLA GIUSTIZIA, LUMIA FA NOMI E COGNOMI

E non risparmia nemmeno il Rettore Tomasello. Dall’incontro dell’Associazione Vittime di Mafia, un appello univoco: il grido di Parmaliana non resti inascoltato (leggi…)


COMMISSIONE PARLAMENTARE ANTIMAFIA: ECCO I NOMI

Si insedierà martedì 11 novembre alle ore 15 a Palazzo San Macuto. (ANSA) - ROMA, 5 NOV - All’inizio della seduta di stamane della Camera il presidente Gianfranco Fini ha comunicato i
componenti della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere. Della Commissione, che e’ convocata per martedi’ 11 novembre, alle 15, a Palazzo San Macuto, per procedere alla propria costituzione, fanno parte i seguenti deputati: Elio Vittorio Belcastro, Michele Bordo, Luisa Bossa, Gianluca
Buonanno, Giovanni Mario Salvino Burtone, Antonio Di Pietro, Ida D’Ippolito Vitale, Laura Garavini, Francantonio Genovese, Benedetto Fabio Granata, Amedeo Laboccetta, Francesco Laratta, Luigi Lazzari, Carolina Lussana, Maino Marchi, Giuseppe Francesco Maria Marinello, Angela Napoli, Andrea Orlando, Alfonso Papa, Salvatore Piccolo, Francesco Paolo Sisto,
Francesco Stagno D’Alcontres, Marcello Taglialatela, Mario Tassone e Salvatore Torrisio. Il presidente del Senato della Repubblica ha chiamato a far parte della stessa Commissione i
senatori Teresa Armato, Gianrico Carofiglio, Antonino Caruso, Rosario Giorgio Costa, Gianpiero D’Alia, Luigi De Sena, Silvia Della Monica, Vincenzo Fasano, Costantino Garraffa, Antonio Gentile, Cosimo Latronico, Raffaele Lauro, Maria Leddi, Luigi Li Gotti, Giuseppe Lumia, Angela Maraventano, Alberto Maritati, Enrico Musso, Beppe Pisanu, Filippo Saltamartini, Carlo Sarro, Achille Serra, Giampaolo Vallardi, Armando Valli e Carlo Vizzini.(ANSA).

CP/IMP
05-NOV-08 10:43 NNNN
CRIMINALITA’: PARTE ANTIMAFIA, PISANU IN POLE PER PRESIDENZA =
CICCHITTO, PER SUA ESPERIENZA E’ CANDIDATO NATURALE

Roma, 5 nov. - (Adnkronos) - Dopo piu’ di tre mesi dall’approvazione della legge che ha istituito la commissione d’inchiesta sulla mafia, e’ stato definito l’elenco dei componenti dell’organismo designati dai vari gruppi parlamentari. L’ufficializzazione e’ arrivata in aula, alla Camera, con un annuncio del presidente dell’Assemblea, Gianfranco Fini. Da qui la convocazione, di concerto con il presidente del Senato, Renato Schifani, per martedi’ 11 novembre, alle 15, a palazzo San Macuto,
quando si terra’ la prima riunione per procedere alla costituzione della bicamerale.Tra i nomi indicati dai gruppi c’e’ quello del senatore del Pdl, Beppe Pisanu, che resta in pole position per
l’incarico di presidente. Una candidatura rilanciata da Fabrizio Cicchitto, capogruppo
alla Camera del Popolo delle liberta’: ”La persona di piu’ alto profilo che c’e’ nella commissione, e’ quella del senatore Pisanu che ha un retroterra di esperienza e di conoscenza politico-culturale che
lo fanno il candidato naturale alla presidenza”.L’ex ministro dell’Interno e’ molto attivo negli ultimi mesi. Il 17 luglio scorso, nella cornice dell’Ara Pacis, ha lanciato la sua nuova creatura, la
‘Fondazione Medidea’, una sorta di think tank dell’area moderata del centrodestra promosso da un gruppo di intellettuali cattolici e laici, dedicata allo studio dello sviluppo dell’area euromediterranea.
Un’associazione nata con la benedizione del premier Silvio Berlusconi. I rapporti con il Cavaliere si erano raffreddati ai tempi del voto politico nel 2006. Un riavvicinamento c’e’ stato solo alla fine
della passata legislatura seguito da un nuovo gelo dopo che Pisanu aveva bollato ”chiacchiere senza senso” i proclami della Lega sull’immigrazione. Da qui la previsione che eventuali ostacoli alla
nomina del parlamentare Pdl potrebbero arrivare proprio dal Carroccio. Nei giorni passati, i boatos romani indicavano il senatore azzurro come candidato del Pdl alla presidenza della Regione Sardegna. (Pol-Vam/Zn/Adnkronos)
05-NOV-08 13:09
CRIMINALITA’: PARTE ANTIMAFIA, PISANU IN POLE PER PRESIDENZA (2) =
LA ‘PRIMA VOLTA’ DI DI PIETRO - TRA I DESIGNATI ANCHE TRE EX
PREFETTI

(Adnkronos) - Secondo i sondaggi piu’ recenti in possesso della maggioranza, infatti, l’ex titolare del Viminale sarebbe favorito per una eventuale sfida contro Renato Soru.Ma ambienti vicini al senatore
escludono un suo interesse a correre per l’incarico di governatore. La partita per l’Antimafia, dunque, resta aperta. Per la prima volta fanno parte dell’Antimafia il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro e il magistrato-scrittore del Pd Gianrico Carofiglio. Ricca la ‘delegazione’ degli ex prefetti:
Luigi De Sena e Achille Serra per il Pd e Raffaele Lauro per il Pdl. Ventuno i rappresentanti del Popolo della liberta’. Tra gli altri, oltre all’ex ministro dell’Interno, ci sono Antonio Gentile, Cosimo
Latronico, Raffaele Lauro, Enrico Musso, Filippo Saltamartini e Carlo Vizzini. Diciannove i parlamentari indicati dal Partito democratico: dieci i deputati e nove i senatori. Lega e’ formata da sei persone:
tre senatori e due deputati. L’Udc e’ presente con il deputato Mario Tassone e il senatore Gianpiero D’Alia, mentre l’Italia dei Valori schiera Di Pietro a Montecitorio e Luigi Li Gotti al Senato. Anche
l’Mpa fara’ sentire la sua voce con il deputato Elio Vittorio Belcastro.(Pol-Vam/Zn/Adnkronos)
05-NOV-08 13:21
ANTIMAFIA:9/A COMMISSIONE DA’62,PISANU VERSO PRESIDENZA/ANSA
MARTEDI’ PRIMA RIUNIONE, SI OCCUPERA’ ANCHE DEL ‘TERZO LIVELLO’
(di Paolo Cucchiarelli)
(ANSA) - ROMA, 5 NOV - Alla fine, tra rinvii e qualche polemica, si e’ arrivati a varare la nuova commissione Antimafia, la nona del Parlamento dal 1962. La legge istitutiva, infatti, e’ stata approvata definitivamente dal Parlamento il 30 luglio. Ma la costituzione della commissione e’ stata possibile
solo oggi per i ritardi da parte dei gruppi nella designazione dei componenti. Il candidato naturale a guidare l’Antimafia, gia’ indicato da settimane nei pronostici, e’ l’ex ministro dell’Interno Beppe
Pisanu, che potrebbe gia’ centrare questo risultato martedi’ prossimo, quando l’organismo parlamentare di inchiesta si riunira’ per la prima volta con l’obiettivo di eleggere il
presidente e i suoi vice. Cinquanta i componenti dell’organo parlamentare d’inchiesta
che ha il compito di affrontare i temi della lotta allacriminalita’ organizzata. Si tratta di 22 parlamentari del Pdl, 18 del Pd, 5 della Lega, piu’ Antonio Di Pietro e Luigi Li Gotti dell’Idv, Mario Tassone dell’Udc, Elio Belcastro dell’Mpa, Gianpiero D’Alia del gruppo Udc-Svp-Autonomie.
La grande novita’ e che questa commissione si occupera’ specificamente, oltre che delle mafie straniere operanti in Italia e della internazionalizzazione del grande crimine, anche del ”terzo livello” cioe’ del rapporto mafia e politica anche in rapporto alla stagione delle stragi di carattere
politico-mafioso. Una novita’ significativa perche’ questo capitolo era completamente scomparso, da una quindicina di anni, dalle leggi istitutive dell’antimafia. Altro tema centrale, richiamato pochi giorni fa dal presidente del Senato Renato Schifani, e’ quello della indagine sugli aspetti economici della criminalita’, anche per ‘’saggiare” la validita’ della normativa in vigore, con
particolare attenzione alla capacita’ di penetrazione nei mercati legali.
Accanto alla normale verifica sulla normativa del carcere duro per i boss, il 41 bis del regolamento carcerario, l’Antimafia avra’ tra le finalita’ anche quella di verificare le possibilita’ di arrivare alla costruzione di uno ‘’spazio giuridico antimafia” a livello di Ue. La commissione avra’ gli
stessi poteri e gli stessi limiti di attivita’ della magistratura e potra’ chiedere a questa documenti e atti anche sui processi in corso.(ANSA).

CP
05-NOV-08 16:21 NNNN

 


‘NDRANGHETA: PM LUBERTO, CONDANNA PER LA RUPA E GAROFALO

Concorso esterno in associazione mafiosa. Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza, tace? (leggi…)