‘NDRANGHETA: BOSS MANFREDI ARRESTATO A ISOLA CAPO RIZZUTO

Era tra i 100 latitanti più pericolosi. Trafficante di cocaina, si faceva chiamare Scarfacè, per imitare Al Pacino (ANSA) - CROTONE, 16 MAR - Un latitante, Pasquale Manfredi,

di 33 anni, e’ stato arrestato dalla squadra mobile di Crotone.

   L’uomo, considerato un elemento di spicco della cosca

Nicoscia-Manfredi di Isola Capo Rizzuto, era ricercato dal

novembre dello scorso anno quando sfuggi all’arresto nell’ambito

dell’operazione ”Pandora” condotta dalla polizia. Era inserito

nell’elenco dei 100 latitanti piu’ pericolosi.

  Manfredi e’ accusato di associazione mafiosa omicidio e

detenzione di arma da guerra; e’ stato arrestato a Isola Capo

Rizzuto. L’uomo ha tentato la fuga dai tetti, ma e’ stato

bloccato dagli agenti.(ANSA).

 

     SGH

16-MAR-10 09:02 NNNN

‘Ndrangheta, Crotone: arrestato dalla Polizia pericoloso latitante

 

      Roma, 16 MAR (Velino) - “Dopo articolate indagini

personale del servizio centrale operativo e della squadra

mobile di Crotone con l’ausilio di specialisti della polizia

scientifica di Roma hanno tratto in arresto Pasquale

Manfredi, latitante dal 4 dicembre 2009 ed inserito nella

lista dei cento latitanti piu’ pericolosi. L’uomo, elemento

di vertice della cosca Nicosia-Manfredi di Isola Capo Rizzato

(Kr) e’ ritenuto responsabile di associazione per delinquere

di stampo mafioso, omicidi, reati estorsivi, traffico di

stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi, anche da

guerra. Gli operatori della Polizia di Stato, dopo aver

circondato lo stabile in via Kennedy di Isola Capo Rizzuto

(Kr), hanno fatto irruzione nella palazzina ed hanno

rintracciato il Manfredi, mentre tentava fuggire dal tetto.

L’uomo si e’ arreso senza opporre resistenza.

Successivamente, e’ stata effettuata un’accurata

perquisizione dell’intero edificio e individuati i probabili

fiancheggiatori, rivelatisi parenti del latitante. Pasquale

Manfredi e’ ritenuto responsabile di due omicidi, quello di

Arena Carmine e di Tipaldi Pasquale, avvenuti rispettivamente

nell’ottobre 2004 e nel dicembre del 2005. E’ senza ombra di

dubbio il piu’ pericoloso pregiudicato della provincia

crotonese, sospettato di aver eseguito numerosi altri

omicidi, sui quali la locale squadra mobile sta svolgendo

approfondite e meticolose indagini”. Lo rende noto un

comunicato stampa della Polizia di Stato. (com/sol)

160920 MAR 10 NNNN

‘NDRANGHETA:PROFILO MANFREDI SU FACEBOOK, NICK NAME SCARFACE

 

   (ANSA) - ROMA, 16 MAR - Si faceva chiamare ‘Scarface’ - come

il trafficante di cocaina interpretato da Al Pacino nel film

diretto da Brian De Palma - Pasquale Manfredi, l’elemento di

spicco della cosca Nicosia-Manfredi arrestato nella notte dalla

polizia a Isola Capo Rizzuto. Gli uomini della squadra mobile di

Crotone assieme a quelli del Servizio centrale operativo (Sco)

della polizia scientifica sono arrivati a lui proprio grazie ad

internet: Manfredi, infatti, usava una chiavetta per collegarsi

a Facebook, che utilizzava non solo per lavoro. Gli agenti dello

Sco sono cosi’ riusciti ad intercettarlo e a capire dove si

trovava e stanotte poco dopo le tre e’ scattato il blitz. I

poliziotti hanno circondato un palazzo in via Kennedy di tre

piani e hanno fatto irruzione proprio mentre Manfredi, che

abitava in un appartamento al secondo piano, tentava di fuggire

sul tetto. Il latitante e’ stato immobilizzato e non ha opposto

resistenza.

   Gli inquirenti considerano Manfredi un sicario ”freddo e

crudele” della cosca Nicosia e lo accusano di diversi reati tra

cui associazione di tipo mafioso, omicidi, traffico illegale di

armi, estorsione. Manfredi e’ ritenuto tra l’altro responsabile

degli omicidi di Carmine Arena, ucciso nell’ottobre 2004 con un

bazooka e di Pasquale Tipaldi, avvenuto a Natale del 2005. IL

boss avrebbe anche frequentato una sorta di scuola di guerra

nella zona di Pavia, dove si sarebbe specializzato nell’uso

delle armi da guerra. (ANSA).

 

     GUI/MRS

16-MAR-10 09:42 NNNN

     MAFIA: GRASSO, E’ LA ‘NDRANGHETA L’ORGANIZZAZIONE CRIMINALE OGGI PIU’ PERICOLOSA =

      ‘MA COSA NOSTRA NON E’ ANCORA DISTRUTTA, MAFIA QUESTIONE

NAZIONALE’

 

      Roma, 16 mar. (Adnkronos) - L’organizzazione criminale oggi piu’

pericolosa in Italia? “Non c’e’ dubbio che la ‘ndrangheta calabrese

costituisce oggi il problema piu’ serio e piu’ importante sotto il

profilo della criminalita’ organizzata, per la sua capacita’ di

realizzare profitti illeciti attraverso i traffici di droga e i

business legati ai rifiuti e alla contraffazione di merci”, risponde

il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso intervenendo alla

trasmissione Rai ‘Radiosnch’io’.

 

      “Ma la camorra napoletana non ha perso la sua virulenza e

pericolosita’ - aggiunge Grasso - E non dobbiamo dimenticare che la

cosa nostra siciliana e’ ancora in piedi, non e’ completamente

distrutta”. Avverte il procuratore antimafia: “Sarebbe comunque un

errore circoscrivere il problema mafia soltanto al Sud. La mafia e’

una questione nazionale, anche perche’ i profitti illeciti si

realizzano al Sud o all’estero ma poi si investono nel resto

dell’Italia, dove c’e’ una maggiore redditivita’ e produttivita’,

usando soprattutto imprese con una facciata di legalita’, difficili da

scoprire”.

 

      (Bon/Gs/Adnkronos)

16-MAR-10 09:51

   ‘NDRANGHETA: POLIZIA, MANFREDI ERA FRA I 100 LATITANTI PIU’ PERICOLOSI =

      RITENUTO IL VERTICE DELLA COSCA CALABRESE DI ISOLA CAPO RIZZUTO

 

      Roma, 16 mar. (Adnkronos) - Pasquale Manfredi, latitante dal 4

dicembre 2009 e inserito nella lista dei 100 latitanti piu’

pericolosi, era “l’elemento di vertice della cosca Nicosia-Manfredi di

Isola Capo Rizzato, in provincia di Crotone, ritenuto responsabile di

associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, reati

estorsivi, traffico di stupefacenti, detenzione e porto illegale di

armi, anche da guerra”. E’ quanto informa un comunicato della Polizia

di Stato, dopo la cattura di Manfredi, avvenuta a seguito delle

indagini condotte dallo Sco e dalla squadra mobile di Crotone, con

l’ausilio di specialisti della polizia scientifica di Roma.

 

      “Gli operatori della Polizia di Stato, dopo aver circondato lo

stabile in via Kennedy di Isola Capo Rizzuto, hanno fatto irruzione

nella palazzina e hanno rintracciato Manfredi, mentre tentava fuggire

dal tetto - prosegue il racconto della Polizia di Stato - L’uomo si e’

arreso senza opporre resistenza. Successivamente, e’ stata effettuata

un’accurata perquisizione dell’intero edificio ed individuati i

probabili fiancheggiatori, rivelatisi parenti del latitante”.

 

      Manfredi e’ ritenuto responsabile di due omicidi, quelli di

Carmine Arena Carmine e di Pasquale Tipaldi, avvenuti rispettivamente

nell’ottobre 2004 e nel dicembre del 2005. “E’ senza ombra di dubbio

il piu’ pericoloso pregiudicato della provincia crotonese -

sottolineano alla Polizia di Stato - sospettato di aver eseguito

numerosi altri omicidi, sui quali la locale squadra mobile sta

svolgendo approfondite e meticolose indagini”.

 

      (Sin/Gs/Adnkronos)

16-MAR-10 10:28

Etichette:


Lasciate un commento