“CALABRIA. I RITORNI. I nostri viaggi verso sud”. Racconti.

Prefazioni di Angela Napoli e Mario Pirillo. Il nuovo libro di Orfeo Notaristefano è uscito il 20 dicembre 2013. (Edizioni Ponte Sisto)

Con nuovi occhi, un nuovo senso a questa storia. Questo non è un saggio, è un libro di racconti. La storia personale che si incrocia con quella di altre persone; di una regione, la Calabria; di un Paese, l’Italia; di un Continente, l’Europa.L’Amore, l’Amicizia, l’Antimafia. E c’è una quarta A maiuscola non svelata. Una vita di corsa, i nostri continui viaggi verso Sud, i miei e quelli dei miei amici, a volte insieme, il più delle volte da soli. La Salerno-Reggio Calabria. Le strade statali 18 e 106, i luoghi, i territori, le città, i paesi, le persone, le cose. Mentre la vita scorre, cerchiamo di rimanere ancorati al presente e di dargli un senso, visto che un senso il passato già lo ha avuto e al futuro non glielo possiamo dare, perché non lo conosciamo. Applichiamo la cultura dell’impegno al tempo presente, qui e ora. Il nostro partire è sempre per ritornare, pensando agli anelli mancanti, alle persone che  non ci sono più, alle cose fatte e a quelle da fare. Incantati davanti a un tramonto sul Tirreno cosentino, continuiamo ad essere ottimisti perché il sole sorgerà ancora. Pensiamo alla malinconia del Gattopardo per dare umanità alle persone che ci stanno a cuore. E in testa abbiamo una frase formidabile di John Donne: “Ogni morte d’uomo mi diminuisce, perché partecipo all’umanità. E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana: essa suona anche per te”. Realizzazione e stampaPonte Sisto - Romatel. 066868444 - fax 0668801707www.lg.roma.it - psedizioni@gmail.com

INDICE
- L’Amore, i luoghi, gli anni dell’impegno
- Si, viaggiare. I forzati dell’A3, Salerno-Reggio C.
- SS. 18 e SS. 106
- I treni, gli aerei e la sosta a Lamezia Terme
- Il nostro partire e’ sempre per ritornare
- Gli anelli mancanti
- Con nuovi occhi, un nuovo senso a questa storia

DEDICHE E PENSIERI

Hai delle isole negli occhi

“Io non mento non importa cosa dicono

nel silenzio guardo le anime che passano

e di queste anime tu sei la più speciale

perché sorridi anche inseguita dal dolore

e ti a-m-o anche se soffri e poi pretendi non si veda

quando vorresti che il sorriso tuo invertisse

la controregola che regola le masse

e tu mi a-m-i

dici che esistono solo persone buone

quelle cattive sono solamente sole…

…e forse è così

hai delle isole negli occhi e il dolore più profondo

riposa almeno un’ora solo se ti incontro

e ti a-m-o

e con le mani dico quello che non so

e tu mi a-m-i

trama sintetica di una giornata storica

hai delle isole negli occhi

e il dolore più profondo

riposa almeno un’ora solo se ti incontro”.

(Tiziano Ferro, L’Amore è una cosa semplice, novembre 2011)

“A che serve avere le mani pulite, se si tengono in tasca”. “L’obbedienza  non è più una virtù, ma la più subdola delle tentazioni”.(Don Lorenzo Milani - Firenze 1923-1967)

“No, non fa male credere, fa molto male credere male”(Giorgio Gaber - Milano 1939-2003)

“Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce”(Lao Tzu, filosofo cinese, 500 A.C.)

“Chiamami sempre amore. Che questa maledetta notte dovrà pur finire,

perché la riempiremo noi da qui di musica e parole”. (Roberto Vecchioni, 2011)

Prefazione di Angela Napoli

Con il nuovo libro “Calabria – I ritorni” Orfeo Notaristefano fa emergere il grande Amore che lo mantiene vincolato alla nostra Calabria e che continua a mostrare attraverso l’impegno trasmesso con i suoi costanti viaggi e le sue numerose iniziative verso questa parte del Sud, carica di risorse umane e naturali, ma troppo mortificata dalla presenza della criminalità organizzata e da una vita amministrativa e gestionale pervasa da illegalità e corruzione.

E’ proprio l’Amore (non a caso lo scrivo anch’io con la “A” maiuscola!) per la sua Terra natia che lo ha portato a contrastare la ‘ndrangheta con un’ Antimafia non di facciata ma caratterizzata da chiare denunzie e dal coraggio di saper prendere le distanze da tutti coloro che dell’Antimafia se ne sono serviti solo per utilità carrieristiche.

Fin dal primo momento in cui ebbi il piacere di conoscere Orfeo Notaristefano compresi che è un uomo capace di superare qualsiasi difficoltà e di non arrendersi mai pur di aiutare la gente di Calabria a svincolarsi da questo cancro malavitoso che lo pervade.

E, dopo aver letto questi suoi racconti, ho compreso ancor di più perché mi sono sentita coinvolta ed ho condiviso molte delle sue iniziative tendenti a far mantenere saldi i valori della legalità e della giustizia, quali medicine utili a sconfiggere il male che purtroppo non aiuta la Calabria ad essere assimilata in positivo alle altre regioni d’Italia.

Attraverso i racconti di questo nuovo libro, tutti realmente vissuti, Orfeo riesce a fotografare il malaffare, la corruzione e le collusioni che fungono da humus vitale per la pervasività della ‘ndrangheta e che non aiutano lo sviluppo legale del nostro territorio.

L’Amore per la Calabria, per il Sud e per l’Italia intera porta lo scrittore Orfeo a rivolgere l’invito per scrollarci dall’ assuefazione a questo sistema canceroso facendo nostra “la cultura dell’impegno e della partecipazione”, al fine di costruire, tutti insieme, gli “anelli mancanti” utili a far rinascere l’Italia ideale per le future generazioni.

Cultura dell’impegno e della partecipazione che continuerà a farmi condividere anche le future iniziative di Orfeo!

Angela Napoli

Presidente Associazione “Risveglio Ideale”

Già Deputata e Vice-Presidente Commissione Parlamentare Antimafia

Prefazione di Mario Pirillo

Verso Sud, da associazione culturale a network, rappresenta da anni l’impegno a promuovere i valori di una società libera, aperta, democratica e partecipativa, ma, soprattutto attraverso le sue attività, ha contribuito a stimolare e risvegliare le coscienze per la difesa della legalità sempre e comunque.

Un’azione  portata avanti per anni, con impegno e dedizione, da Orfeo Notaristefano, giornalista capitolino nato in Calabria, al quale mi lega un profondo affetto e la condivisione e l’apprezzamento del percorso culturale che ha saputo costruire nel corso del tempo.

La sua nuova fatica “Calabria. I ritorni”, è un libro di racconti degli ultimi anni vissuti tra la Calabria e Roma dallo stesso scrittore. Un libro sull’Antimafia con l’A maiuscola, sull’Amicizia, sull’Amore. Un libro sulla vita, con riferimenti alle cose fatte e a quelle da fare, agli anni vissuti e a quelli che restano da vivere. E’ un libro sul senso stesso della vita, sui valori, sulle idee con continui riferimenti alla cultura dell’impegno, sull’esempio e sulla scuola di Don Lorenzo Milani. Non mancano le  sue considerazioni su come  sia cambiata la società calabrese e italiana in questi anni, avendo come bussola i Rapporti e le analisi del Censis.

I riferimenti  al mio paese natio, Amantea, mi fanno rivivere i momenti con Orfeo,  le nostre lunghe chiacchierate, i nostri incontri e le attività fatte insieme,  presentando  libri e organizzando  incontri. La Calabria, é stata da sempre meta di viaggiatori stranieri che l’hanno raccontata nei propri diari di viaggio, offrendo  una visione nuova della Regione, cogliendo sfumature che forse solo un forestiero avrebbe potuto notare. Nel passato, la Calabria rappresentava un luogo selvaggio ed incontaminato, dove ritrovare un contatto con la natura più autentica.  Edward Lear, viaggiatore e paesaggista inglese, per esempio, intraprese la sua avventura nel Sud, nelle nostre terre, già  nel  1847  e percorse molti chilometri a piedi. Rimanendo affascinato dalla maestosa bellezza dell’Aspromonte, e dalla  “architettura naturale” che la nostra terra sa offrire. La costante di Orfeo invece e’ sempre stata l’Antimafia, un codice etico da proporre e promuovere sempre come vademecum di iniziative. Un biglietto da visita per iniziare a dialogare.

“Gli anelli mancanti” (VI capitolo) parla dei valori che oggi mancano perché l’Italia diventi un Paese normale, per poi concludere con considerazioni sul senso della vita e della morte. Nel libro c’e’ tutto, e forse anche tutto Orfeo Notaristefano, che dedica anima e corpo alla promozione della qualità morale e civile della cultura meridionale.

Con fraterna amicizia

Mario Pirillo

Deputato al Parlamento Europeo


Lasciate un commento