SOCIALISTI. PERCHE’ OGGI NON POSSIAMO CHE STARE CON STEFANO FASSINA

Per costruire Futuro a Sinistra. Scambio di idee con Benzoni. E Bartolomei avanti con Risorgimento socialista.

Scrive Alberto Benzoni queste righe significative per difendere la posizione di Franco Bartolomei, che ha lanciato il progetto Risorgimento socialista. Alberto Benzoni è una persona politicamente onesta, da sempre. Gli voglio bene da 30 anni e più. Lo ricordo Vice-Sindaco di Roma quando era Sindaco Luigi Petroselli. E così ho scritto tutto. Risorgimento socialista deve esistere e continuare ad esistere. E Franco Bartolomei non deve mollare. Risorgimento socialista non può che stare con Stefano Fassina. Per costruire Futuro a Sinistra, unica via per unire tutto ciò che esiste ed esisterà a sinistra del PdR (Partito di Renzi)

L’ATTACCO A FRANCO E A RISORGIMENTO SOCIALISTA

Alcuni compagni accusano il nostro Franco di “collusione con il nemico”. Quasi che Rs sia una specie di taxi collettivo per “portarci da” (Landini, Fassina, Civati ecc ecc). Se così fosse, niente di nuovo sotto il sole: perché, nel corso di questi vent’anni, siamo andati, nell’ordine, da: ex democristiani, referendari, banchieri, verdi, ulivisti, radicali, vendoliani, bersaniani, lettiani, renziani; per chiudere con i due gruppi ( esclusi i leghisti e gli animalisti) che mancavano ancora all’elenco; piddini, ex berlusconiani, ex montiani e residuati vari.
Se così fosse, se insomma Franco avesse annunciato papale papale: ” il socialismo politicamente organizzato ha esaurito le sue funzioni, perciò portiamo le nostre bandiere da ics,ipsilon oppure zeta, state pur certi che non ci sarebbe nessuna denuncia ai probiviri, magari all’insegna del “poca brigata vita beata” o, meglio ancora, del “nemico che fugge ponti d’oro”. E però Franco non ha fatto questo: ha proposto, a tutti i socialisti, non di sistemarsi altrove ma di continuare ad esserlo. E’ dunque per questo, perché propone ai socialisti soluzioni socialiste, che è sotto processo. Teniamolo presente.

Alberto Benzoni

Ad Alberto Benzoni ho risposto così: Caro Alberto Benzoni, condivido in pieno il tuo pensiero e totale solidarietà a Franco Bartolomei. Ma aspetto ancora che Franco mi chiami, come si era detto. Tuttavia esprimo la mia opinione: io, da socialista, sto sulle posizioni di Stefano Fassina da tre anni, da prima che Renzi vincesse le primarie del dicembre 2013. Sto con Stefano con profonda convinzione, perché stimo la sua coerenza, la sua onestà intellettuale, la sua professionalità e competenza in materie come l’economia e il welfare. Sto con Stefano Fassina. Penso che Risorgimento Socialista possa avere capacità di esistenza e di influenza soltanto con Stefano Fassina. Poi costruiremo tutto ciò che si può costruire a sinistra del PdR. E c’è da costruire e i socialisti non possono che stare li, per coerenza. Ma il momento è adesso, poi costruiremo tutto il resto, non a caso ci chiamiamo Futuro a Sinistra. I tempi sono stretti e all’appuntamento di novembre di cui parla Franco ci si deve arrivare con Stefano Fassina. È l’unica via, qui e ora. Un forte abbraccio a te, Alberto, a Franco, a tutti i socialisti che vorranno condividere le mie parole. Vi voglio bene.


Lasciate un commento