“MARE MOSSO (dentro me)”. PRESENTAZIONE A ROMA SABATO 25 NOVEMBRE 2017 ORE 17

Casa Bonus Pastor, via Aurelia 208, nell’ambito del III Congresso nazionale SAPP

Scuola dell’Accademia di Psicoterapia Psicoanalitica

Direttore Piero Petrini

COMUNICATO STAMPA DEL 22 NOVEMBRE 2017

PSICOANALISI, NEUROSCIENZE E SOCIETA’ A CONFRONTO SU TRANSGENERAZIONALITA’

A Roma, 24 e 25 novembre 2017, terzo congresso SAPP

La Scuola dell’Accademia di Psicoterapia Psicoanalitica (SAPP) organizza a Roma il suo terzo congresso nazionale. “Tracciabilità transgenerazionale: confronto tra psicoanalisi, neuroscienze e società”, questo il tema dell’evento che si svilupperà venerdì 24 e sabato 25 novembre 2017 a Roma, presso la Casa Bonus Pastor, via Aurelia 208.

Il tema della trasgenerazionalità sarà affrontato in termini generali e particolari in diverse tavole rotonde: Transgerazionalità nel processo psicoanalitico; Psicopatologia e sue radici transgenerazionali; Andando altrove: transgenerazionalità nel migrante, memoria e futuro; La necessità transgenerazionale nel fenomeno mafioso. Le tavole rotonde sono intervallate dagli interventi degli allievi sul tema della Trasmissione dei miti attraverso le generazioni con focus sui miti di Medusa, Athena, Prometeo, Dracula. Si alterneranno docenti di Università e di scuola SAPP: tra essi, Sara Acampora, Annibale Bertola, Anita Casadei, Annamaria Mandese, Piero Petrini, Maurizio Balsamo, Pierluigi Imperatore, Luigi Janiri. Ma anche Piero Suber, regista televisivo e giornalista, e Massimiliano Valerii, direttore generale del CENSIS.

Alla tavola rotonda sulla necessità transgenerazionale nel fenomeno mafioso interverranno Antonio Ingroia, avvocato, già magistrato a Palermo; Giuseppe Lumia, senatore, commissioni Giustizia e Antimafia; Angela Napoli, Presidente di Risveglio Ideale, già Vice Presidente della Commissione Antimafia.

Al termine della tavola rotonda, ore 17, Ingroia, Lumia e Napoli presenteranno il libro MARE MOSSO (dentro me) di Orfeo Notaristefano, con interventi di Amedeo Bianco, senatore, già Presidente FNOMCeO e di Roberto Morassut, deputato, già assessore all’Urbanistica a Roma.

La SAPP si ispira ad un modello teorico che parte dalla teorizzazione freudiana per poi aprirsi ai contributi psicoanalitici anche più recenti, integrandoli. Il suo metodo di nome PPM (Processo Psicoanalitico Mutativo) parte da un assunto di base: l’esistenza di uno stretto rapporto, di costante influenzamento bidirezionale, tra mondo intrapsichico e mondo relazionale. La SAPP, nell’intento di preparare al meglio i propri allievi, prevede l’insegnamento della sua tecnica psicoterapica sin dalla prima lezione del primo anno, diversificandola per le diverse tipologie di funzionamento mentale.

(vedere il programma allegato).

Contatti: Piero Petrini 3356584709; Annamaria Mandese 3382109097; Orfeo Notaristefano 3356279922


Lasciate un commento