ETICA E SANITA’. Linee guida per Medici e Giornalisti

“ETICA E SANITA’. Linee guida per Medici e Giornalisti”, il libro è in uscita
“Come il medico, il giornalista ha la possibilità di avvelenare i suoi lettori, e la differenza principale è solo che un giornalista può avvelenare un maggior numero di lettori di quanti pazienti possa avvelenare un medico”. Questa frase di James Barret Reston, giornalista del New York Times, compare nella quarta di copertina del libro “ETICA E SANITA’. Linee guida per Medici e Giornalisti”, in uscita in questi giorni per i tipi della DEd’A. Il libro è scritto da Orfeo Notaristefano e Giampiero Valenza. Ha due prefazioni: Amedeo Bianco, Presidente della Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi Odontoiatri e senatore; Ignazio R. Marino, chirurgo dei trapianti e Sindaco di Roma. La postfazione è di Mario Bernardini, Presidente dell’Associazione Stampa Medica Italiana.
Il libro affronta il rapporto tra giornalismo e mondo della salute, ponendo in evidenza gli aspetti etici, sia a livello operativo, sia a livello storico, con occhio attento ai problemi della tutela della riservatezza.
L’obiettivo del testo è dimostrare come sia necessario un impegno dei due Ordini professionali, FNOMCeO e Ordine Nazionale dei Giornalisti, per la creazione di linee guida che possano essere un utile manuale nella trattazione della comunicazione legata al mondo della salute.
Dal Giuramento di Ippocrate ai nostri giorni, il libro narra i cambiamenti che sono intervenuti nella Medicina e nell’Informazione, specialmente con l’avvento e l’espansione di Internet. Nell’era della comunicazione globale, è ancora più importante comunicare correttamente la Sanità e la Medicina, trattandosi di temi sensibili che hanno impatto sulla salute dei cittadini.

DEd’A srl
www.dedaedizioni.it
info@dedaedizioni.it redazione@dedaedizioni.it